mercoledì, maggio 16, 2007

Eli ed il Qoèlet


Oggi sono stata ad un funerale...ma non è di questo che voglio parlarvi x rattristarvi..i funerali ed ogni evento non particolarmente gioioso risvegliano la mia parte + introspettivo-malinconica,direi.... Mi è venuta voglia, nonostante non mi consideri una cristiana ma un'umile credente in Dio, in un Dio, di condividere con voi i bellissimi versi tratti dal Capitolo 3 del Libro di Qoèlet....in sintesi il messaggio è che c'è un tempo x tutto,un tempo che ci è stato donato con tanta generosità, un tempo che dovremmo amare e cullare senza affaticarci in stupide guerre ed ostilità perchè è inutile affaticarsi in simili faccende in quanto il destino è quello ed è unico...per ogni cosa c'è il suo momento....


"Qoèlet - Capitolo 3
La morte
[1]Per ogni cosa c'è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

[2]C'è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
[3]Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
[4]Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
[5]Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
[6]Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
[7]Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
[8]Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.
[9]Che vantaggio ha chi si dà da fare con fatica?
...........[16]Ma ho anche notato che sotto il sole al posto del diritto c'è l'iniquità e al posto della giustizia c'è l'empietà. [17]Ho pensato: Dio giudicherà il giusto e l'empio, perché c'è un tempo per ogni cosa e per ogni azione. [18]Poi riguardo ai figli dell'uomo mi son detto: Dio vuol provarli e mostrare che essi di per sé sono come bestie. [19]Infatti la sorte degli uomini e quella delle bestie è la stessa; come muoiono queste muoiono quelli; c'è un solo soffio vitale per tutti. Non esiste superiorità dell'uomo rispetto alle bestie, perché tutto è vanità. [20]Tutti sono diretti verso la medesima dimora: tutto è venuto dalla polveree tutto ritorna nella polvere. "

Chiedo perdono se vi ho tediato ma credo che su queste parole ci sia molto di che riflettere e da queste parole sia possibile trarre insegnamento ogni volta che ci affanniamo e ci perdiamo per stupidate....

ELE

4 commenti:

Giorgia ha detto...

Bellissime parole, davvero stupende!

Anonimo ha detto...

Non vorrei banalizzare ma queste parole mi hanno ricordato quelle di una canzone dei Byrds (roba vecchia!) "Turn,turn,turn"
Grazie comunque per la condivisione...
Il Kaimano padano

Anonimo ha detto...

credo che questo sia molto + antico della canzone dei Byrds visto che fa parte dell'Antico Testamento....
ele

Anonimo ha detto...

Oh ragazzi, la Bibbia è sempre la Bibbia. Comunque è bello il paragone che l'anonimo Kaimano fa con il pezzo dei Byrds