giovedì, ottobre 04, 2007

La ragazza del lago



Una giovane donna, annegata in un lago della provincia friuliana, viene rinvenuta nuda lungo la sponda. Sulla morte misteriosa di Anna, studentessa e giocatrice di hockey, indaga il commissario Giovanni Sanzio, padre ruvido e introverso di Francesca. Affetto da una dermatite atipica e dimenticato dalla consorte che soffre di una malattia degenerativa del sistema nervoso, Sanzio ricerca con passione metodica le ragioni pubbliche del delitto e quelle private della vita. Procedendo in un'indagine investigativa ed esistenziale scoverà l'assassino e il principio dell'ordine nel perverso sconvolgimento dell'omicidio.

Questa la trama. Per il resto solo l'attesa di qualcosa che deve arrivare e non arriva mai. Lo so, non è fiction ma cinema sulla realtà, ma qui si esagera. Bella la fotografia e bravissimi i personaggi. Ognuno ha dietro di sé qualcosa che non funziona e che si è irrimediabilmente rotto per sempre. Tutti accomunati da un sempre più ravvicinato vissuto ma mano che la storia procede, avvincente, ma drammaticamente vuota dal lato giallistico. E che cavolo, un minimo di spettacolo ce lo meritavamo.

1 commento:

Arte ha detto...

questo film mi ispira!

ti va di scambiarci i link?